Kosovo: storia di sei stelle in cerca d’identità

kosovo 6 stelle in cerca di identità 20130531

Il 31 maggio c/o CIRCOLO ACLI di Crema, IPSIA Cremona ha proposto un evento pubblico sul tema “KOSOVO: STORIA DI SEI STELLE IN CERCA D’IDENTITÀ”. Grazie alle testimonianze di Anna ( SCV in Kosovo per IPSIA) e Paola (volontaria di Terre e Libertà) è stata analizzata la questione identitaria kosovara, e grazie a interventi video e testimonianze, è stato presentato il lavoro di IPSIA nel paese balcanico e l’impegno che ne deriva in Italia e nel territorio cremasco.

“DALL’ESCURSIONE AL RICATTO SOCIALE: QUANDO DARE CREDITO PAGA”

ATT00001

Cari amici di IPSIA

è con piacere che vi segnaliamo la pubblicazione, nella collana Footprints di IPSIA, della ricerca “Dall’esclusione al riscatto sociale: quando “dare credito” paga. Fotografia del rapporto tra microfinanza e comunità Roma, Ashkali e Egyptian in Kosovo”, scritta da Fabio Bertoletti e dalla volontaria di IPSIA Anna Tosetti. La ricerca è stata realizzata nel corso del progetto di servizio civile “Limes” (bando 2012-2013) a Prizren, coinvolgendo i partner del progetto “Formazione, microcresito e sviluppo agricolo in Kosovo”, cofinanziato dal Ministero Affari Esteri.

Cogliamo quindi l’occasione per invitarvi ad una serata che IPSIA vuole dedicare interamente al Kosovo il prossimo venerdì 31 maggio 2013: dopo l’assemblea dei soci di IPSIA, alle ore 21 presso il circolo Acli di Crema si terrà un incontro aperto tutti, durante il quale, partendo dalla questione identitaria kosovara, grazie a interventi video e testimonianze, si presenterà il lavoro di IPSIA nel paese balcanico e l’impegno che ne deriva in Italia e nel territorio cremasco. Il tutto allietato da un rinfresco.

La collana Footprints raccoglie ricerche ed approfondimenti realizzati da persone che a vario titolo hanno partecipato a progetti ed esperienze di IPSIA all’estero: volontari, servizi civili, cooperanti… Un modo per riportare in Italia e diffondere conoscenze ed esperienze. Strumenti e stimoli per una cooperazione competente e occasioni per riflettere su problematiche che la contemporaneità impone su scala globale, trascurando le frontiere nazionali.

Siete tutti invitati!

DI BENE IN MEGLIO

IPSIA ha collaborato con Coop Lombardia, Coordinamento di Libera Cremona e cop. La Siembra per la promozione del progetto “Di bene in meglio: dalla confisca al riuso sociale dei beni confiscati mafie“, cui hanno partecipato 14 classi di dieci Istituti superiori di secondo grado di Crema. Gli incontri nelle classi sono stati tenuti dagli educatori della cooperativa Pandora.

IPSIA ha avuto parte attiva nell’organizzazione della plenaria finale: il 16 maggio le classi hanno presentato i lavori elaborati durante il percorso e hanno ascoltato la testimonianza di Maria Teresa Nardozza e Salvatore Inguì, referenti del coordinamento di LIBERA di Castelvetrano e Trapani, nonché responsabili della cooperativa.

Alla scoperta della Cooperativa Rita Atria: dalla confisca al riutilizzo sociale dei terreni del boss

ATT00001CREMA – GIOVEDI 16 MAGGIO 2013
Ore 21.00 – Sala Pietro da Cemmo (c/o Museo Civico di Crema)

Alla scoperta della Cooperativa Rita Atria: dalla confisca al riutilizzo sociale dei terreni del boss

Incontro pubblico
con i responsabili della Coop.Soc. “Rita Atria”, per la gestione dei terreni, siti nei Comuni di Castelvetrano, Paceco, Partanna, confiscati alle famiglie mafiose del boss latitante Matteo Messina Denaro

Maria Teresa Nardozza Referente coordinamento Libera Castelvetrano
Salvatore Inguì Referente coordinamento Libera Trapani

A cura delle Associazioni di “Verso il Presidio di LIBERA nel cremasco” e Coop Lombardia.
Con il patrocinio dei Comuni di Bagnolo Cremasco, Pandino e Crema, con la collaborazione dell’Assessorato alla cultura del Comune di Crema

Evento organizzato all’interno del programma della Carovana Internazionale Antimafie 2013

“se sai contare inizia a camminare”: carovana internazionale antimafie

ATT00001

La Carovana internazionale Antimafie, promossa a livello nazionale da Arci, Libera e Avviso Pubblico, in collaborazione con Cgil, Cisl, Uil e La Ligue de Enseignement, da sabato 11 maggio passa nella provincia di Cremona e fa tappa anche a Pandino e Crema.
Qui sotto il dettaglio delle iniziative di Pandino e Crema. Nell’allegato il programma completo per la provincia.

CAROVANA ANTIMAFIE A PANDINO

SABATO 11 MAGGIO 2013
Ore 11 – Castello Visconteo
La Carovana Antimafie incontra l’Amministrazione Comunale di Pandino
Accoglienza dei carovanieri e saluto del Sindaco di Pandino Donato Dolini, Avviso Pubblico. Enti Locali e Regioni per la formazione civile contro la mafie.
Intervento di Filippo Torrigiani, Responsabile del Gruppo di Lavoro sul Gioco d’azzardo di Avviso Pubblico.
La Carovana Antimafie incontra gli studenti della Scuola Media Istituto Visconteo e della
Scuola Casearia – Istituto Stanga
Perfomance RAP a cura di RENATO MC FEBBO FRATTOLILLO
Ore 12.30 – Convitto Scuola Casearia, Via Bovis 4 – Il gusto della legalità – Pranzo con i prodotti delle cooperative di “Libera Terra” per gli studenti delle scuole di Pandino
A cura dell’Amministrazione Comunale di Pandino, primo Comune della provincia di Cremona associato ad Avviso Pubblico in collaborazione con LIBERA – Coordinamento Provinciale Cremona – ARCI Cremona – AUSER – Convitto Scuola Casearia – COOP  Lombardia – Associazione “Idea Resistente” – IPSIA Crema

CREMA – GIOVEDI 16 MAGGIO 2013
Ore 10.00 – Sala Pietro da Cemmo (c/o Museo Civico di Crema)
Dalla confisca al riutilizzo sociale dei terreni del boss: alla scoperta della Cooperativa Rita Atria.
A conclusione del percorso didattico “DI BENE IN MEGLIO”, incontro degli studenti delle Scuole Superiori di Crema con i responsabili della Coop.Soc. “Rita Atria” per la gestione dei terreni, siti nei Comuni di Castelvetrano, Paceco, Partanna, confiscati alle famiglie mafiose del boss latitante Matteo Messina Denaro.
A cura di Scuole di Pace di Crema, IPSIA Crema, Cooperativa La Siembra, COOP Lombardia, Coop.Soc. Pandora, Comune di Crema

CREMA – GIOVEDI 16 MAGGIO 2013
Ore 21.00 – Sala Pietro da Cemmo (c/o Museo Civico di Crema)
Dalla confisca al riutilizzo sociale dei terreni del boss: alla scoperta della Cooperativa Rita Atria.
Incontro pubblico con i responsabili della Coop.Soc. “Rita Atria”, per la gestione dei terreni, siti nei Comuni di Castelvetrano, Paceco, Partanna, confiscati alle famiglie mafiose del boss latitante Matteo Messina Denaro.
A cura delle Associazioni di “Verso il Presidio di LIBERA a Crema e cremasco ” e Comitato Soci Coop di Crema. Con il patrocinio dei Comuni di Bagnolo Cremasco, Crema, e Pandino.